Tumori e farmaci

Questo capitolo è una critica costruttiva e meditativa, che deve indurvi a credere alla scienza ma anche di non farvi raccontare bugie o falsi credi,.. tutto vi deve guidare ed aiutare nella cura della vostra malattia anche prodotti che hanno effetti collaterali gravi, fin quando la comunità scientifica non si porrà una domanda fondamentale: ma i tumori da cosa sono causati oltre alle classiche tossine oramai ultra-studiate?
Cosa li sostiene? Cosa abbatte il sistema immunitario ad un certo punto della malattia? 
a  tante domande vi darete semplici risposte e voi medici sorriderete,... ma tutt'ora in ambienti oncologici di riguardo pensano ancora a come si innescano i tumori oltre alle classiche mutazioni! Cosa le slatentizza ad un certo punto?
La gente crede che il tumore avviene come una maledizione divina, ma un tumore per raggiungere una determinata dimensione ci mette anche dieci anni! 
Quando trattiamo tumori si riduce la sintesi di stroma e di flogosi o la massa si riduce veramente? che mezzi abbiamo per verificare veramente tale aspetto? Un intervento chirurgico elimina un tumore o lo dissemina finemente a parità di condizioni onco-chirurgiche? 
le metastasi crescono dopo l'atto chirurgico se uno non fa terapie adiuvanti, ma spesso anche se le fa!

I dati riportati sono verificabili dai bugiardini di questi prodotti e dalla letteratura scientifica ad esempio,...

Cisplatino è mutageno nei batteri e causa aberrazioni cromosomiche nelle colture di cellule animali. La carcinogenesi è possibile ma non è stata dimostrata. Cisplatino è risultato teratogeno ed embriotossico nel topo. 

Il fluorouracile è un farmaco che possiede elevata tossicità con un basso margine di sicurezza. I pazienti devono essere attentamente monitorati, dal momento che difficilmente la risposta terapeutica si verifica senza qualche segno di tossicità.

Potenziale mutageno del fluorouracile

E’ stato osservato un esito positivo al test del micronucleo sulle cellule del midollo osseo di topo, e il fluorouracile ad alte concentrazioni determina rottura cromosomiale nei fibroblasti di criceto in vitro. Il fluorouracile si è dimostrato mutageno in diversi ceppi di Salmonella typhimurium, compresi il TA 1535, TA 1537 e TA 1538 e nel Saccharomyces cerevisiae ma non nei ceppi TA 92, TA 98, e TA 100 di Salmonella typhymurium.

Teratogenicità

Il fluorouracile può causare danno fetale se somministrato a donne in gravidanza. Il fluorouracile è risultato teratogeno in animali da laboratorio. Il dosaggio che si rivela teratogeno è da 1 a 3 volte maggiore della massima dose terapeutica raccomandata. Le deformazioni fetali comprendono palatoschisi, difetti dello scheletro, deformazioni delle appendici, delle zampe e della coda.

Cancerogenicità

Non sono stati condotti studi a lungo termine negli animali per determinare il potenziale cancerogeno del fluorouracile, tuttavia in diversi studi sugli animali durati fino ad un anno, con una somministrazione orale o e.v., non è stata osservata alcuna evidenza di cancerogenicità. Il rischio di cancerogenesi nell'’uomo non è stato accertato.

E' un fattore mutageno,...non sono stati fatti studi a tal proposito? affascintante eppure viene regolarmente somministrato,... i tumori cambiano durante il trattamento con chemioterapici,... l'idea è e se fossero loro a farli mutare? Riflettete con attenzione,... diamo farmaci che generano mutazioni in persone che hanno cellule mutate ovvero le cellule cancerogene,... eppure vengono venduti come cura,... qualcuno in passato diceva: non nuocete alle persone.

Il codice di deontologia medica riferisce di non diffondere informazioni non veritiere, eppure sono dati riportati in letteratura,... allora mi chiedo vi sono altre strategie o altre idee da percorrere per la cura dei tumori?

Adesso ci affidiamo a tali prodotti con i devastanti effetti e forse anche mutagenici come noto, si depositano gli ovuli per le donne fertili prima di una chemioterapia! Allora curiamo veramente? Tale argomento è complesso ma cerco sempre di essere imparziale.

Non parliamo dei devastanti effetti collaterali, dalle cardiopatie, gastroenterici, emorragici, neuropatici, di equilibrio,... etc.... Mi chiedo è meglio vivere con un tumore e variare l'alimentazione o finire la vita con sofferenze secondarie all'effetto della chemioterapia? qui ho citato solo due chemioterapici noti,... ma ve ne sono tanti altri,... il concetto rimane sempre lo stesso... muoio lentamente e dopo soffro o muoio prima e soffro fino alla fine? 

Tali aspetti sono devastanti anche a pensarli, gli studi ci dimostrano risultanti incoraggianti eppure la mortalità per tumori in Italia e nel mondo è in aumento!

Adesso anche il Prof Veronesi che per anni ha parlato soltanto di chemioterapia si dedica a diffondere il verbo dell'alimentazione,... ed allora ci curate o ci uccidente prima del cancro? 

A voi l'ardua sentenza. Riflettete gente, riflettete....

Forse la via migliore sarebbe una chemioterapia mirata in base al paziente ed al tumore associata ad una adeguata alimentazione.

Rapporto Istisan n. 02/16 dell’Istituto Superiore di Sanità, intitolato "Esposizione professionale a chemioterapici antiblastici: rischi per la riproduzione e strategie per la prevenzione", si scopre che ancora oggi gli "incidenti che si rilevano tra gli operatori sanitari contribuiscono ad aumentare il livello di attenzione della comunità scientifica, delle istituzioni e dei lavoratori stessi".

Molti chemioterapici anticancro sono stati  riconosciuti dalla International Agency for Research On Cancer (IARC) e da altre autorevoli agenzie, come cancerogeni per l’'uomo.

Una ricerca condotta per 23 anni dal prof. Hardin B. Jones, fisiologo dell’Università della California, e presentata nel 1975 al Congresso di cancerologia presso l’Università di Berkeley. Oltre a denunciare l’uso di statistiche falsate, egli prova che i malati di tumore che non si sottopongono alle tre terapie canoniche (chemio- radio- e chirurgia) sopravvivono più a lungo o almeno quanto coloro che ricevono queste terapie.
Il prof. Jones dimostra che le donne malate di cancro alla mammella che hanno rifiutato le terapie convenzionali mostrano una sopravvivenza media di 12 anni e mezzo, quattro volte superiore a quella di 3 anni raggiunta da coloro che si sono invece sottoposte alle cure complete.
Un'altra ricerca pubblicata su The Lancet del 13/12/1975 (che riguarda 188 pazienti affetti da carcinoma inoperabile ai bronchi), dimostra che la vita media di quelli trattati con chemioterapia è stata di 75 giorni, mentre quelli che non ricevettero alcun trattamento ebbero una sopravvivenza media di 120 giorni.Ma ricordo che la scelta è sempre e solo individuale: ogni persona sana o malata che sia, deve assumersi la propria responsabilità, deve prendere in mano la propria vita. Ricordate che il medico deve aiutarvi a stare meglio non certo a farvi peggiorare od a muorire prima, se no diremmo viva l'eutanasia." tratto dal tradimento della medicina di Alberto Mondini.

L'alkeran ad esempio, riporta sul bugiardino... provoca la leucemia ed effetti teratogeni sulla prole.
Alla voce “Eliminazione”, viene confermato quanto riportato sopra: “L’eliminazione di oggetti taglienti, quali aghi, siringhe, set di somministrazione e flaconi deve avvenire in contenitori rigidi etichettati con sigilli appropriati per il rischio. 
Il personale coinvolto nell’eliminazione (dell’Alkeran) deve adottare le precauzioni necessarie ed il materiale deve essere distrutto, se necessario, mediante incenerimento”. 

Cancerogeni per l’uomo: Butanediolo dimetansulfonato (Myleran) - Ciclofosfamide - Clorambucil - 1(2-Cloretil)-3(4-metilcicloesil)-1-nitrosurea (Metil-CCNU) - Melphalan - MOPP (ed altre miscele contenenti alchilanti) - N,N-Bis-(2-cloroetil)-2-naftilamina (Clornafazina) - Tris(1-aziridinil)fosfinsolfuro (Tiotepa).

Alla voce Procarbazina (un altro dei chemioterapici usati) c’è scritto che dopo la sua assunzione può causare: “E’ cancerogena, mutagena e teratogena (malformazione nei feti) e il suo impiego è associato a un rischio del 5-10% di leucemia acuta, che aumenta per i soggetti trattati anche con terapia radiante”.

Non affidatevi a medici che somministrano solo farmaci e non pensano, bisogna prima capire le cause e le carenze o ad esempi le intossicazioni di base, prima di prendere una decisione sul trattamento integrativo più indicato,... Dobbiamo aiutare il nostro sistema immunitario a lavorare meglio e dobbiamo aiutare il nostro corpo a combattere meglio il tumore.

Dal 1700 ad oggi la teoria sulla genesi del cancro è sempre la stessa,...Allora! 

E' una teoria di comodo?

Ma rimane sempre un dubbio,.. Perchè a parità di linea produttiva se rapportata a farmaci di minor costo, i chemioterapici costano cento-duecento volte di più?

Adesso si di certo che da più di 15 anni i medici, gli infermieri o i farmacisti, che utilizzano per preparare  i chemioterapici senza precauzioni, svilupperanno con alta probabilità, cancro... Affascinante,... se non credete verificate di persone,... 

Non esiste una persona uguale ad un'altra e nessuno è sostituibile come vogliono farci credere, siamo unici ed essenziali. 

Come unica è la vostra malattia, per curarla occorre stabilire strategie in base al vostro stato di salute del momento. Tali strategie dipendono sempre dal grado di malattia attuale al momento della valutazione. 

I miracoli possono esistere, ma non per mano dell'uomo.

Dobbiamo sopravvivere e non farci sopraffare prima da terapia che definirei: tossiche e nocive per l'uomo. 

La comunità scientifica dovrebbe ricredersi su tali atteggiamenti ed iniziare a pensare veramente come scienziati e medici per salvaguardare la salute pubblica.

Alcuni dicono: gli effetti collaterali della chemioterapia sono minimi, nausea, vomito, perdita di capelli,... Io rispondo sempre Ah! Significa che lei non ha mai fatto una chemioterapia e non osserva bene i suoi pazienti.

Svegliatevi, i medici servono,... ma per aiutarci a curare non certo per abbreviare il decorso della vita.

Inoltre ricordo a tutti i nuovi risvolti della radioterapia oltre alle ben note complicanze storiche da radiazioni,... basta leggerle sui testi.

Chi si sottopone a radioterapia, si espone al rischio di demenza, ricorda meno, fa fatica a fare le cose che sapeva fare meglio prima del trattamento,... dunque riflettete anche su questo. Di recente osservazioni in giovani pazienti ed in anziani hanno rivelato tali aspetti!

Buona navigazione e per chi soffre di tumore, imparate ad alimentarvi, fate attività fisica se il corpo ve lo permette, scoprite le carenze ed integratele e riducete gli eccessi,... forse non guarirete dalla malattia, ma la rallenterete,... occorre lottare,... la vita è una lotta da quando nasciamo! 

Le sedute di psicoterapia mirate alla lotta oncologica sono essenziali,  imparate a vedere oltre la chemioterapia,... esiste un mondo ancora da esplorare,...molto è stato esplorato ma molto ancora è da comprendere,... imparate a vedere le cose da diversi punti di vista,... pensate al film "L'olio di Lorenzo" e un buon esempio per iniziare a vivere.

Per il momento affidiamoci alla scienza con fiducia anche se vi sono tanti piccoli nei da chiarire, ma chiedete spiegazioni ai medici che vi curano è un vostro sacrosanto diritto e dopo accettate di conseguenza i consigli più adeguati, non affidatevi a ciarlatani o gente che vi illude che solo una cura di erbe vi guarisce dal cancro o similari, ma l'insieme delle terapie ed il massimo per ottimizzare il sistema immunitario può aiutarvi a superare o a gestire al meglio il vostro stato di malattia.

Abbiate coraggio, il medico vi deve aiutare nel vostro periodo e guidarvi nella vostra malattia, non certo condannarvi o facilitarne l'evoluzione.

Tanta strada vi è da fare insieme, aiutiamoci ad aiutare!

Buona Navigazione,...