Gomma da masticare

La gomma da masticare ha origini antiche, si pensa che il termine masticare derivi dalla masticha un miscuglio resinoso ottenute dal lentisco dell'isola greca di Chios, di cui parlò anche Ippocrate.
La prima gomma da masticare considerata in termini moderni, fu messa in vendita nel 1848 dallo statunitense John B.Curtis.
Questa era un miscuglio di resina d'abete rosso e cera d'api.
Il termine “chicles” da cui deriverà “cicca”, con il quale viene chiamata in gergo, risale agli antichi Aztechi, che univano il lattice dell'albero della sapotiglia a un catrame aromatico, ottenendo quello che in lingua Nahuatl veniva chiamata “tzictli”, che significa “cosa appiccicoa”.
Mentre il “chicles” deriva dall'albero di acra o sapota ed è un lattice bianco che l'albero trasuda quando la corteccia viene tagliata e questa trasudazione trascina pezzi di corteccia che danno la colorazione marroe di gomma naturale.
Il termine “chicle” fu ripreso da Thomas Adams nel 1866 con la vendita di palline di gomma. All'inizio le gomme non avevano sapore, lo scopo era quello di tenere le mascelle occupate.
La prima aromatizzazione arrivà nel 1871 di cui il primo gusto fu la liquirizia. In breve la gomma da masticare dilagò negli Stati Uniti con nuovi gusti e nuovi produttori.
La gomma da masticare (la vera gomma!) si degrada quando eliminata nell'ambiente in circa 5 anni!
Le gomme di ultima generazione superano di gran lunga questa data!
PENSATE A QUANDO LA LASCIATE A TERRA O IN ALTRI SITI.
Nel 1920 si scatenò la moda del masticare la gomma, ma non piacque a tutti, ad esempio in Gran Bretagna si vararono leggi per evitare di contaminare i costumi con l'americanizzazione.
La gomma da masticare rosa come la conosciamo oggi ovvero il Bubble gum, nacque nel 1928 a New York da arte di Walter Diemer. Essendo che aveva solo il colorante rosa a disposizione lancio la moda rendendola più morbida e dandole la capacità di fare le bolle.
Successivamente con l'arrivo della gomma arabica, il Chicle non si usa più. La gomma arabica è inattaccabile dagli acidi gastrici. In altri casi si usano polimeri sintetici che non vengono smaltiti con il processo digestivo e non sono biodegradabili.
L'ingerire accidentalmente una gomma moderna, essendo non biodegradabile non provoca di norma danni al corpo di un adulto. Ma ingoiarne troppa può dare ostruzioni del tratto intestinale in particolar modo nei bambini!
Uno studio giapponese pubblicato su Brain e Cognition su pochi individui (n=17) dimostra un afflusso di sangue al cervello ed aumenta l'intelligenza! Ma ci sarebbe da dire tanto su tali studi!
Masticare aumenterebbe sia l'eccitamento sia la lucidità mentale e influenzerebbe anche la capacità di controllare i movimenti, portando miglioramenti nelle performance cognitive. Sembra che faccia bene, ma siamo proprio sicuri?
La gomma viene usata nell'industria farmaceutica per veicolare vitamina, farmaci, anticarie e cosi via. La prima gomma funzionale fu inventata da un farmacista nel 1880 il quale inserì la pepsina (enzima digestivo) per facilitare la digestione.
Le gomme aumentano il desiderio di cibo, specide del cibo spazzatura, danno problemi dovuti ai dolcificanti di cui sono ricche e da parte di addittivi alimentari che chi più ne abbia ne metta!
Masticare poco può far bene, masticare un gomma per dieci minuti, secondo una ricera dell'Universitàà di Groningen in Olanda, trasmette sulla gomma circa cento milioni di batteri presenti nel cavo orale e circa il 10% della carica microbica contenuta nella saliva. L'azione sembra efficace nei primi trenta secondi, poichè dopo diminuisce l'adesività ai denti e sembra che superare i dieci minuti si effettua un effetto di rilascio degli stessi!
L'effetto anticaria si ha con i dolcificanti artificiali, ma voglio ricordare che la maggior parte sono cancerosi e facilitano l'insoegenza di cefalea!
Curiosità: Un chewing gum bloccato nei capelli può essere rimosso con del burro di arachidi. Se attaccato ai pantaloni se ne andrà dopo essere stato messo per un po' nel congelatore. E anche il chewing gum attaccato alla carrozzeria dell’auto va rimosso una volta che si raffredda.
A Singapore è vietato vendere o importare chewing gum. Il divieto è in vigore dal 1992 e deriva dall’intento del governo di superare gli altri paesi sviluppati in termini di pulizia, prati ordinati, e un sistema di trasporto efficiente per attrarre turisti e investitori ovvero un mondo senza gomme!
Dal 2004 però i farmacisti e dentisti sono autorizzati a vendere chewing gum "terapeutico" ai clienti che hanno una prescrizione medica. Vale anche per la gomma da masticare senza zucchero. Ma lo smaltimento deve essere adeguato!
Se è certo che masticare gomme occasionalmente non comporta alcun tipo di rischio, gli esperti da tempo dibattono sui possibili effetti dannosi di un consumo quotidiano e protratto nel corso della giornata.
Tanto che il British Medical Journal non ha esitato a pubblicare uno studio secondo il quale masticare troppi chewingum con dolcificante può provocare gravi perdite di peso e violenti attacchi di diarrea!
La colpa sarebbe del sorbitolo, uno dei dolcificanti più utilizzati negli impasti, che in natura si trova in molti frutti, come prugne, mele, ciliegie e albicocche. Tuttavia, malgrado i possibili effetti lassativi di questa sostanza, la sua sicurezza è stata comprovata da organismi internazionali, non ultimo il comitato congiunto OMS/FAO sugli additivi alimentari.
VOGLIO RICORDARE CHE DIETRO OGNI GOMMA CìE' UN COMMERCIO E DUNQUE QUESTO RENDE CIECHI!
Sempre a detta dei detrattori del chewingum, masticando a lungo si accentuerebbero le secrezioni gastriche con conseguenze come acidità di stomaco e difficoltà digestive.
Aumenterebbe il contenuto gassoso all’interno dello stomaco: questo favorirebbe la risalita del contenuto gastrico con un inevitabile aumento degli episodi di reflusso gastroesofageo.
Non mancano, però, studi di segno opposto, che rivelano i benefici di una masticazione prolungata: oltre ad aiutare a scaricare la tensione, questa servirebbe, infatti, ad accelerare il metabolismo e, di conseguenza, a contenere il peso.
RICORDIAMO CHE IL BRUXISTA (DIGRIGNARE I DENTI ANCHE DI GIORNO E NON SOLO DI NOTTE) E' UN SOGGETTO CHE HA UNO SQUILIBRIO POSTURALE, QUESTO IMPLICA CHE SEMBRA APPARENTEMENTE UN SCARICARE LE TENSIONI, MA FACILITA LA PERDITA DELLA LORDOSI CERVICALE E NON SOLO, COMPENSIAMO CON I DENTI E CON LA BOCCA, SE CREIAMO OCCLUSIONI ABNORMI ALLORA TOGLIAMO IL COMPENSO ED IL CORPO SI DEVE ADATTARE!!!
Nutrizionisti e dietologi statunitensi hanno dimostrato che con sei chewingum al giorno si consuma circa il 20 per cento delle calorie introdotte con l’alimentazione.
Muovere le mandibole, insomma, sembrerebbe essere uno sport per il cervello: masticare stimola la produzione di insulina, ormone che attiva le zone cerebrali legale alla memoria, favorendo maggiore concentrazione e lucidità mentale e allontanando stress e tensioni.
Alcuni ricercatori australiani hanno inoltre dimostrato come consumare gomme riduca i livelli di cortisolo (l’ormone dello stress) nella saliva aumentando la sensazione di benessere.
SONO STUDI CHE NON HANNO UNA METODOLOGIA ADEGUATA, DUNQUE IN VARI PUNTI SONO CRITICABILI!
E se la mente sta bene, i meccanismi legati alla fame nervosa non si innescano.
MA RICORDIAMO CHE IL MASTICARE RICORDA ALLE MAPPE CEREBRALI CHE LA SENSAZIONE DA PLACARE E' SEMPRE MAGGIORE ED ALLORA FACCIAMO BENE O FACCIAMO MALE? SE CI TROVIAMO DI FRONTE A DEI DEGLUTITORI ATIPICI E QUESTO E' MOLTO DIFFUSO, MASTICARE LA GOMMA NON FA CERTAMENTE BENE....
LEONARDO DA VINCI DICEVA: LA LINGUA E' UN MOTORE CHE MUOVE IL CORPO DALLA BOCCA ALL'OSSO SACRO? 
Per ovviare all’aumento del rischio di patologie dentali provocate dagli zuccheri contenuti nei chewingum, sono state da qualche tempo immesse sul mercato gomme prodotte con sostituti come lo xilitolo. Quest’ultimo si è confermato un potente antibatterico in grado di contrastare l’insorgenza della carie.
Uno studio finlandese ha rilevato la drastica riduzione di carie in bambini che masticavano gomme contenenti al 100% xilitolo, oltre all’arresto o addirittura alla regressione di piccole lesioni cariose. E ciò grazie anche alla capacità che questa sostanza ha di far perdere alla placca batterica il suo potere acidogeno e l’adesività.
VENDERE GOMME FA BENE ALLE DITTE, MA LO XILITOLO HA VARIE PECCHE COME INDUTTORE NEOPLASTICO ED ALLORA?
Se si aggiunge che la masticazione favorisce la rimozione dei residui di cibo e aumenta la produzione di saliva con una conseguente azione di risciacquo sui residui alimentari, è verosimile ipotizzare che questi chewingum costituiscano validi alleati per la salute dei denti.
Tanto che il Ministero del Welfare, che ha recentemente diffuso le linee guida sulle buone pratiche per una corretta igiene orale, ha riabilitato la gomma da masticare ammettendo che, se questa non diventa un’abitudine ossessiva, può contribuire a tenere lontani i batteri, a condizione che sia utilizzata subito dopo i pasti e per non più di mezz’ora (un uso continuato può infatti provocare problemi gastrici, tensioni dei muscoli masticatori e dell’articolazione della mandibola): “Il chewingum durante i primi minuti stimola la secrezione salivare e può incrementare in via transitoria i meccanismi di difesa, sempre che sia privo di zuccheri fermentabili e contenga edulcoranti come lo xilitolo”. Tuttavia la gomma da sola non è in grado di rimuovere i depositi di placca batterica e non può quindi in alcun modo sostituire dentifricio e spazzolino.
LA DOMANDA CHE VI VOGLIO PORRE E' LA SEGUENTE: MA PERCHE' CI SONO I BATTERI? INOLTRE GLI ZUCCHERI FANNO MALE ED ALLORA METTIAMO ZUCCHERI CHE NE FANNO MENO APPARENTEMENTE! ALLORA DOVE IL BANDOLO DELLA MATASSA?
Ma fa veramente bene come ci voglio far credere? Vediamo gli ingredienti e lascio a voi decidere cosa masticate e per quante volte al giorno, forse l'iperacidità è l'ultimo dei problemi!
Acetato di polivinile, estratti di paraffina, polimeri vari sintetici a volte di dubbia natura,...Poi acido malico, acido citrico, glicerina, aromi naturali ed artificiali, amido, olio idrogenato di cocco, aspartame, lecitina di soia, coloranti, idrossitoluene butirrato (BHT), biossido di silicio, la gomma come polimero sintetico oscilla dal 10 al 45% il resto è quello che leggete!
Le gomme danno diarrea se si abusa come hanno dimostrato vari studi, ricordando che la gomma aumenta la peristalsi e nelle malattie infiammatorie croniche intestinali (MICI) è altamente sconsigliata, in qunaot può scatenare vere coliche addominali!
Il sorbitolo non venendo assorbito ha un effetto lassativo, con aumento della peristalsi e diarrea. Ma anche il mannitolo o lo xilitolo hanno effetti sovrapponibili!
Se un soggetto è bruxista vuol dire che ha uno scompenso posturale ed il masticare la gomma peggiora questo quadro.
Da una metanalisi di 25 studi clinici è emerso che il masticare la gomma riduce l'ileo post-chirurgico dopo chirurgia colon-rettale.
Un altra metanalisi che analizza donne sottoposto a cesare ha dimostrato lo stesso risultato.
Masticare una gomma dopo un pasto riduce l'uso di cibi zuccherini e di quelli salati contribuendo al controllo del peso corporeo.
Inoltre facilita come abbiamo detto la digestione degli alimenti.
Ma alla fine voglio ricordare: tutte le sostanze presentI nelle gomme sono prevalentemente tossiche e gli zuccheri “senza zuccheri” sono le più dannose, per le malattie autoimmunitarie, per le patologie tiroidee, ovariche, per la cefalea e cosi via...
State all'occhio. Come in tutte le cose un concetto e un breve periodo saltuario o a fini di alcuni giorni per attivare la peristalsi in un ileo paralitico post-chirurgico, un altra è l'uso abituale,...
la conclusione dei lavori presenti e delle osservazioni cliniche porta a dire che la compulsione che innesca il masticare la gomma è più dannosa. 
CONCLUDENDO: SI SCONSIGLIA DI MANGIARE LA GOMMA!
UN USO SALTUARIO IN SOGGETTI NON MALATI
PRATICAMENTE NON DOVREBBE CREARE MOLTI PROBLEMI,
MA UN USO QUTOTIDIANO ESPONE A VARI RISCHI
SULL'APARATO GASTROENTERICO, POSTURALI, ETC 


Buona navigazione

Alberto Cataldi