Gruppi sanguigni


Il termine "gruppo sanguigno" si riferisce all'intero sistema dei gruppi sanguigni comprendente gli antigeni eritrocitari la cui specificità è controllata da una serie di geni che possono essere allelici o sono legati strettamente sullo stesso cromosoma.
"Sanguigno" si riferisce ad un modello specifico di reazione al test antisieri in un dato sistema.
In un periodo di tempo, la nostra comprensione sui gruppi sanguigni si è evoluto fino a comprendere non solo i problemi trasfusionali, ma anche l'associazione specifica delle malattie con antigeni di superficie dei gruppi sanguigni.
Karl Landsteiner è stato accreditato per la scoperta del sistema ABO gruppo sanguigno nel 1900-1902.
La sua vasta ricerca sulla sierologia in base a semplici ma impegnati ragionamenti scientifici ha portato alla identificazione dei principali gruppi sanguigni come gruppo ABO.
I test di compatibilità e le successive pratiche di trasfusione, portarono nel 1930 all'assegnazione del premio
Più tardi, Jan Janský descritto la classificazione dei gruppi sanguigni umani di quattro tipi.
Allo stato attuale, vi sono oltre al noto ABO, 33 gruppi sanguigni in rappresentanza di più di 300 antigeni di superficie che sono elencati dalla International Society of Blood Transfusion.
La maggior parte di loro sono stati clonati e sequenziati. I geni di questi gruppi sanguigni sono autosomico, tranne XG e XK che sono X-presenti, e MIC2 che è presente su entrambi i cromosomi X e Y.
Gli antigeni possono essere proteine integrali dove polimorfismi trovano nella variazione di sequenza aminoacidica (ad esempio, rhesus [Rh], Kell), glicoproteine o glicolipidi (ad esempio, ABO). Alcuni dei gruppi più importanti sono menzionati qui
 
Sistema ABO
Il sistema ABO rimane il più importante sia per le trasfusioni che per i trapianti poiché qualsiasi persona di età superiore a 6 mesi possiede clinicamente significativi anticorpi anti-A e / o anti-B nel loro siero.
Il Gruppo sanguigno A contiene anticorpi contro il gruppo sanguigno B nel siero e viceversa, mentre il gruppo sanguigno O non contiene A B antigene / ma entrambi i loro anticorpi nel siero.
 
L'H-antigene
L'H-antigene è il precursore agli antigeni dei gruppi sanguigni ABO.
E 'presente in tutti i globuli rossi indipendentemente dal sistema ABO.
Le persone con la rara fenotipo Bombay sono omozigoti per il gene H (HH), non esprimono l'antigene H-sui loro globuli rossi.
Come agisce H-antigene come precursore, la sua assenza significa assenza di antigene A e B. Tuttavia, gli individui producono iso-anticorpi all'H-antigene nonché agli antigeni A e B.
 
Il sistema Rhesus
Rh-sistema è il secondo sistema di gruppo sanguigno più importante dopo ABO.
Attualmente, il Rh-sistema consiste di 50 gruppi sanguigni definiti antigeni di cui solo cinque sono importanti.
La superficie dei globuli rossi di un individuo può o non può avere un fattore Rh o l'immunogenico D-antigene.
Pertanto, lo stato è indicato come Rh-positivo (D-antigene presente) o Rh-negativi (D-antigene assente).
In contrasto con il sistema ABO, anticorpi anti-Rh sono, normalmente, non presenti nel sangue di soggetti con eritrociti D-negativo, a meno che il sistema circolatorio di questi individui è stato esposto ad eritrociti D-positivi.
Questi anticorpi immuni sono immunoglobuline G (IgG) e quindi, possono attraversare la placenta. La profilassi è data contro Rh immunizzazione con Ig anti-D per le madri Rh-negativi in gravidanza che hanno dato alla luce un bambino Rh-positivo..
 
Il Sistema di antigene MNS
Il Sistema antigene MNS, descritta da Landsteiner e Levine nel 1927 si basa su due geni: Glicoforina A e Glicoforina B.
Il gruppo sanguigno è sotto il controllo di un locus autosomico sul cromosoma 4 ed anche sotto il controllo di una coppia di alleli co-dominanti LM e LN.
Anti-M e anti-N anticorpi sono di solito i tipi IgM e raramente, associati a reazioni trasfusionali.
 
Il sistema luterana
Il Sistema luterana composto da quattro paia di antigeni alleliche che rappresentano la sostituzione singolo aminoacido nella glicoproteina luterana al cromosoma 19.
Gli anticorpi contro questo gruppo sanguigno sono rari e generalmente non è considerato clinicamente significativo.
 
Il sistema Kell
Questi antigeni eritrocitari sono la terza più potente antigene immunogenico dopo ABO e sistema Rh, e sono definiti da un anticorpo immunitaria, anti-K.
E 'stato prima notato nel siero della signora Kellacher. Lei ha reagito agli eritrociti del suo neonato con conseguente reazioni emolitiche.
Da allora sono stati scoperti 25 antigeni Kell.
Anti-K anticorpo provoca grave malattia emolitica del feto e del neonato e reazioni trasfusionali emolitiche
.
Il sistema di Duffy
Il Duffy-antigene è stato isolato in un paziente chiamato Duffy che ha avuto l'emofilia.
E 'noto anche come Fy glicoproteina ed è presente nella superficie dei globuli rossi.
È un recettore non specifico per diverse chemochine e agisce come un recettore per parassita della malaria umana, Plasmodium vivax.
Antigeni Fya e Fyb sulla glicoproteina Duffy possono provocare quattro possibili fenotipi, cioè Fy (a + b-), Fy (a + b +), Fy (a-b +), e Fy (a-b-). Gli anticorpi IgG sono sottotipi e possono causare HTR.
 
Il sistema Kidd
L'antigene Kidd (noto come Jk antigene) è una glicoproteina, presente sulla membrana dei globuli rossi e agisce come un trasportatore di urea nei globuli rossi e nelle cellule endoteliali renali.
Gli anticorpi Kidd sono rari ma possono causare gravi reazioni trasfusionali.
Questi antigeni sono definite da reazioni di un anticorpo designato come anti-Jka, scoperto nel siero della signora Kidd che ha consegnato un bambino con HDFN. JKA è stato il primo antigene ad essere scoperto dal sistema di gruppo sanguigno Kidd, in seguito, altri due antigeni Jkb e JK3 sono stati trovati.
Agarwal et al ha effettuato uno studio su analisi automatizzata dei gruppi sanguigni nella popolazione dei donatori indiani del nord e ha osservato che i gruppi sanguigni comuni in ordine di frequenza sono stati B, O, A e AB; 94,4% è Rh-positivo.
In gruppi sanguigni minori, fenotipi più comunemente appaiono erano Le (a-b-) per Lewis, Fy (a + b +) per Duffy, Jk (a + b +) per Kidd, e M + N + per il sistema MNS.
 
Gruppi sanguigni e associazione con le malattie.
I gruppi sanguigni ABO hanno una profonda influenza sull'emostasi.
Essi esercitano importanti effetti quantitativi sui livelli plasmatici di fattore di von Willebrand e del fattore VIII. Aumento dell'associazione di infarto miocardico, ictus ischemico, e il tromboembolismo venoso è visto con i gruppi sanguigni A e AB pare attraverso la transferasi ABO glicole come modulazione della trombosi.
Un rischio maggiore di trombosi venosa cerebrale è stata riportata in gruppi non-O.
Mentre significativa è l'associazione di gruppi ABO con la prevalenza di preeclampsia, in cui è stato trovato gruppo AB per essere associato ad un aumentato rischio.
Gli studi preliminari hanno suggerito un'associazione di sistema ABO con neoplasie.
Una correlazione positiva è stata dimostrata tra il gruppo sanguigno A con infezione da epatite-B cronica e il cancro al pancreas; e il gruppo sanguigno B con tumore ovarico.
La protezione contro la malaria falciparum può essere raggiunto con il gruppo O.
Il gruppo sanguigno O aumenta la gravità delle infezioni in ceppi Vibrio cholerae O1 (El Tor e O139).
 
Dunque la ricerca inizia a dimostrare le associazioni di malattie con i gruppi sanguigni, inoltre esiste un complesso sistema immunitario intestinale che si stà scoprendo da poco, allora come facciamo ad non accettare l'idea che il cibo può modificare la risposta immunitaria del nostro organismo e dunque predisporci a determinate malattie?

BUONA NAVIGAZIONE

AlbertoCataldi