Le proteine ed i pregiudizi

LE PROTEINE ed i pregiudizi del passato.

Da sempre ci dicono che i carboidrati servono per il cervello, per vivere meglio, etc mentre le proteine fanno male specie quelle animali. Non capisco, ma siamo fatti di proteine e non di carboidrati ed allora qual'è la verità? La trovata degli amminoacidi essenziali poi ha fatto il resto, se sei vegetariano non ne assimili a sufficienza, se sei vegano simile, ma se siamo proteine, occorre mangiare la carne di pesce o animali più simili all'uomo in piccola quantità. In alcune tribu aborigene il sacrifico di un animale è un rito e si uccide l'essenziale per evitare che l'equilibrio della foresta non sia alterato, dunque la morte di un animale è un atto sacro riguardo al mondo, un po' come quanto muore un uomo,... il rispetto e la pietà.

La storia delle proteine è costituita in parte da scienza, in parte da cultura e nella maggior parte di mitologia e bufale, create ad hoc, dall'industria per facilitare le vendite di prodotti di qualsiasi tipo.

Hai miei figli cerco di insegnare il significato delle parole, anche questa pratica nelle scuole moderne si è persa completamente, data come anti.educativa! Ma scherziamo?

Non esiste un maestro di vita, esistono insegnanti che devono crescere prima loro rispetto ai loro scolari!

Proteina deriva dal greco proteios che vuol dire: “di primaria importanza”

Da cento anni che il termne proteina è stata associato con lo sviluppo del mercato delle carni, al termine carne, in passato era associata alla malattia dei ricchi, chi mangiava carne sviluppava la gotta e dunque la carne faceva male e così via. Dunque ci è stato venduto come un errore dietetico, dopo addirittura era portentoso mangiare carne,...

Anche oggi molte persone continuano ad equiparare le proteine soltanto alla carne, dimenticando il mondo vegetale, ad esempio i legumi sono ricchissimi di proteine, poi vi è la scusa degli amminoacidi essenziali il grosso scoglio da superare!

Questo non implica che mangiare legumi è la risoluzione al problema, ma ci deve far riflettere sull'azione dei mass media sulle masse.

Ricordo una professoressa delle scuole superiori, insegnava storia dell'arte, la ricordo caramente, inquanto oltre che la maggior parte la consideravano strana, lei mi apri per prima gli occhi dicendo: “ I mass media, sono la rovina della società moderna, fin quando non li combattiamo, lentamente ci porteranno alla morte.” All'epoca capivo ancora poco per comprendere a pieno questa espressione, ma mi servì da guida per crescere meglio e farmi arrivare a quello che sono.

Ogni persona è importante come ogni elemento nutrizionale, dobbiamo solo imparare a conoscere i benefici ed eliminare l'artificialità che ci propinano con la scusa della “sana alimentazione”.

Ad esempio gallette dietetiche, a base di mais. Ma come il mais in passato veniva dato agli animali per far raddoppiare il peso corporeo ed allora?

Ritorniamo alle care proteine.

Fino ad oggi, molte persone sono convinte che l'unica fonte di proteine sono gli animali!

In passato uno scienziato tedesco, strenuo sostenitore delle proteine, Carl Voit (1831-1908), aveva calcolato la dose giornaliera di proteine da assumere per un uomo che era di 48,5 gr al giorno un po' meno nelle donne, ma ne raccomandava 118 gr al giorno a causa dei pregiudizi dell'epoca.

All'epoca si pensava che mangiare la carne e se era buona anche di più faceva bene, di cui il commercio sull'argomento!

Se fa bene, uccidiamo animali in quantità industriale per sfamarci e stare bene in salute!

Da questo due suoi allievi, portarono avanti la campagna della carne fino alla mega industrializzazione, che conosciamo oggi, adesso non stò a raccontare la storia del mercato mondiale della carne, ma se pensate alla disumanità con cui vengono allevati gli animali e lo scarso rispetto nei loro confronti, altro che rituali magici, sono solo carne da mangiare!

Un pregiudizio culturale si era affermato sempre più forte nel tempo: chi era civilizzato doveva assumere sempre più proteine carnee! I poveri andavano a pane e patate.

Ricordiamo nel 900 un cerco McCay il quale affermò grazie a questa corrente di pensiero: “chi consumava poche proteine animali, avevano un fisico debole ed era il massimo che ci si poteva aspettare da loro, ovvero, un atteggiamento effeminato al servilismo.”

Con questo si chiude il cerchio ovvero se mangiavi carne eri un maschio verace, in caso contrario era una femminetta!

Quanta ignoranza in queste parole.

RICORDIAMO QUESTE POCHE PAROLE: “LE PROTEINE SONO L'ELEMENTO PIU' SACRO DEL NOSTRO ORGANISMO, SIAMO FATTI DI PROTEINE.”

“LE PROTEINE SI DEGRADANO REGOLARMENTE E DEVONO ESSERE SOSTITUITE.”

“ALLA BASE DELLE PROTEINE CI SONO GLI AMMINOACIDI CHE ASSUMIAMO CON LE PROTEINE VEGETALI ED ANIMALI. LE PROTEINE VENGONO DEGRADATE A VOLTE NON COMPLETAMENTE CON IL PROCESSO DIGESTIVO, RIMANGONO BREVI PEPTIDI, A VOLTE COMPLETAMENTE E RIASSEMBLATE NEL CORPO PER DARE ORIGINE A NUOVI, ENZIMI, TRASPORTATORI, CANALI IONICI, ETC.”

“VI SONO AMMINOACIDI ESSENZIALI E NON ESSENZIALI, DEI PRIMI DOBBIAMO GARANTIRCI L'ASSUNZIONE QUOTIDIANA, IN QUANTO NON LI PRODUCIAMO.”

Come ad esempio nelle scimmie vi è la produzione della vitamina C e nell'uomo non c'è anche questa la dobbiamo assumere con le verdure e gli ortaggi e meno con la frutta, almeno solo nel periodo stagionale se non si hanno patologia in minima quantità.

“IL VOLUME DI PROTEINE CHE DA ORIGINE A TALI AMMINOACIDI CON IL PROCESSO DIGESTIVO DEVE ESSERE EQUILIBRATO. SECONDO VOI QUAL'E' L'ORIGINE ALIMENTARE MIGLIORE PER DARE TALE EQUILIBRIO?

La risposta è semplice: LA CARNE UMANA.

MA DATO CHE NON POSSIAMO SERVIRE NEI PIATTI NOI STESSI O NOSTRI SIMILI, CAUSA L'ESTINZIONE, ALLORA LA FONTE PIU' VICINA SONO LE PROTEINE ANIMALI.”

DUNQUE ESSENDO CHE GLI ANIMALI HANNO UN CERTO EQUILIBRIO MOLTO SIMILE A QUELLO UMANO, ALLORA LA RISOLUZIONE E' SPONTANEA.

Ma se gli animali li alimentiamo in modo scorretto, li imbottiamo di antibiotici o con proteine modificate o con animali stessi,... allora cosa mangiamo?

QUESTO BASTA A SODDISFARE LA NOSTRA CONOSCENZA? CERTAMENTE NO!

DUNQUE IN PRIMO CI SONO LE PROTEINE UMANE, DOPO LE ANIMALI ED A SEGUIRE LE PROTEINE VEGETALI.

DUNQUE DOBBIAMO PER FORZA MANGIARE ANIMALI?

ASSOLUTAMENTE NO! ORAMAI VI SONO SVARIATI STUDI CHE INDICANO L'IMPORTANZA DELLE PROTEINE VEGETALI CHE PERMETTONO ALL'UOMO DI VIVERE BENE SENZA PROBLEMI, MA IN ALCUNI CASI BISOGNA INTEGRARLE CON LE PROTEINE ANIMALI O DERIVATI.

IL DISCORSO CHE LA CARNE ANIMALE FA BENE DERIVA DAL FATTO CHE DANDO DA MANGIARE ANIMALI AGLI STESSI ANIMALI, SI CHIAMA CANNIBALISMO, SI OSSERVA CHE CRESCONO MEGLIO ED IN FRETTA, PER ESSERE PORTATI SUL MERCATO E DUNQUE SULLE NOSTRE TAVOLE E DUNQUE QUALSIASI VENDITORE ACCETTEREBBE QUESTO DISCORSO, PERCHE' HA UN EFFETTO POSITIVO SULLA VENDITA DEL PRODOTTO STESSO!

RIMANE IL CONCETTO CHE LA GENTE E' CONVINTA CHE BISOGNA CAMBIARE SPESSO LE PROTEINE VEGETALI RITENUTE ANCORA OGGI DI BASSA QUALITA' E DUNQUE NON SUFFICIENTI A NUTRIRCI. MA SONO SEMPRE PROTEINE, INIZIATE A CAPIRE LA VECCHIA SCIENZA ED I MASS MEDIA A QUALI PREGIUDIZI CI HANNO SPINTI FINO AD OGGI? UNA VERA ESAGERAZIONE!

DUNQUE RICORDIAMOCI CHE ANCHE GLI ANIMALI ANNO DEI DIRITTI, PENSATE AL FILM IL PIANETA DELLE SCIMMIE, QUANDO SI INVERTONO I RUOLI TRA UOMO CONSIDERATO SPECIE INFERIORE ED ANIMALI!

VIVIAMO ANCORA NELLA CONDIZIONE DI ESSERE I DOMINATORI DEL MONDO, MA BASTA UNA SCOSSA SISMICA A METTERCI IN GINOCCHIO. IMPARIAMO A RISPETTARE IL PIANETA E NOI STESSI, IMPARIAMO AD ASCOLTARE ED ASCOLTARCI, ABBIAMO ASSOPITO I NOSTRI SENSI.

SIGNORE E SIGNORI SVEGLIATEVI DATE ATTENZIONE ALL'OVVIO.

UN ALTRA BREVE PARENTESI: QUANTI ANIMALI SONO STATI SACRIFICATI IN NOME DELLA SCIENZA? PER COSA POI? QUANTI SE NE SACRIFICANO CON SISTEMI SPERIMENTALI SIMILI ALL'UOMO?

MA CI STIAMO RIMBECILLENDO DEL TUTTO?

APPUNTO SONO SIMILI, MA NON UGUALI. SOLO PER AFFERMARE CHE SE NUTRIAMO CON 1 KG DI DOSE TOSSICA UN ANIMALE MUORE DI CANCRO O GLI VIENE IL DIABETE E DOPO SE PENSIAMO A QUELLA DOSE RAPPORTATA ALL'UOMO CI VORREBBE TUTTA LA VITA PER AVERE FORSE UN EFFETTO VAGAMENTE SIMILARE!

MA ALLORA BISOGNA RIVEDERE UN PO' TUTTO ED IMPARARE A FARE RICERCA, LA SCIENZA NON E' STATISTICA, OVVERO SE FUMI 50 SIGARETTE TI AMMALERAI DI CANCRO? FORSE, MA SE NE FUMI 100 SICURO, MA VORREI VEDERE CHI NE FUMA 100 E SE POI NON SI AMMALA DI CANCRO? ALLORA CE QUALCOSA CHE NON VA BISOGNA RIMBOCCARSI LE MANICHE E RICOMINCIARE DA QUELLO CHE C'E' DI BUONO.

RICORDO UNA FRASE DI EINSTEIN CHE DICEVA: “IO VEDO L'INSIEME, NON MI ACCONTENDO DEI SINGOLI DATI, MA DEVO DARE UNA SPIEGAZIONE CHE UNISCE L'ENERGIA, ALLA MASSA ED ALLA VELOCITA'”

QUESTO E' UN MODO DI PENSARE, UN GRANDE PENSATORE, COME LO ERA IPPOCRATE CHE DICEVA SE VUOI CURARE UNA PERSONA IMPARA A CONOSCERE GLI ALIMENTI CHE MANGIA!

BUONA NAVIGAZIONE.