Mandorle

I semi di mandorle sono molto versatili e possono essere consumati da soli o come parte di una serie di prodotti alimentarii.
Le mandorle sono consumate in tutto il mondo dove  gli Stati Uniti è il più grande produttore mondiale (Gradziel, 2011; Harris & Ferguson, 2013). 

Vi è un'ampia gamma di metodi attualmente utilizzati per elaborare semi di mandorla (Ad esempio trattamento termico e nella riduzione delle dimensioni delle particelle). Questi processi hanno portato allo sviluppo di prodotti mandorla-base  con caratteristiche organolettiche migliorate, ma questo non è senza conseguenze per le proprietà nutrizionali della mandorla.
Dal punto di vista nutrizionale, le mandorle sono un utile cibo e ingrediente per altri alimenti in quanto contengono una gamma di macro e micronutrienti e sostanze fitochimiche.
L'evidenza epidemiologica e dei risultati dei numerosi studi metabolici negli esseri umani hanno dimostrato che il consumo di mandorle  riducono un certo numero di fattori di rischio associati a malattie non trasmissibili, in particolare il  diabete di tipo 2, l'obesità e le  malattie cardiovascolari (Richardson et al., 2009; Tan & Mattes, 2013; Nishi et al 2014.; Berryman et al., 2015). 
Un fattore cruciale che sembra spiegare questi effetti benefici per la salute è il comportamento fisico delle mandorle nel tratto gastrointestinale, in particolare come le mandorle vengono digerite e la velocità e l'entità con cui rilasciano i macronutrienti come i lipidi.
Tuttavia, i meccanismi che spiegano i fisiologici effetti ed i benefici a lungo termine di frutta a guscio come le mandorle non sono ben compresi, in particolare le proprietà delle pareti cellulari di mandorle in ogni compartimento del tratto gastrointestinale (vale a dire bocca, stomaco e intestino).
Ottenere informazioni sulle modifiche che si verificano alla struttura del tessuto della mandorle come il processo di digestione progredisce e i meccanismi di rilascio dei lipidi è di importanza cruciale (Ellis et al, 2004;. Mandalari et al 2014.; Grundy et al., 2015A, b). 
Per esempio, le dimensioni e la microstruttura delle particelle dopo masticazione orale hanno un effetto significativo sulla bioaccessibilità dei nutrienti (Rilascio), la cinetica di digestione e altri fisiologica processi nel tratto gastrointestinale (Grundy et al., 2015A). 
Una cosa certa è che bisogna mangiarne poche per volta 4-5 e masticarle ben bene, aumentando il tempo di permanenza nel cavo orale. 
Estratto da: nt J cibo Sci Technol. 2016 Sep; 51 (9): 1937-1946. Epub 2016 31 luglio. Una revisione degli effetti del trattamento sulla bioaccessibilità nutrienti e la digestione di mandorle. Grundy MM1, Lapsley K2, Ellis PR1.
--------------------------------------------------------------------------------------------
Contenuto in 100 gr di mandorle secche
 
Grassi g 52.05
Carboidrati g 21.2
Proteine g 21.06
Fibre g 10.9
Zuccheri g 4.93
Acqua g 2.53
Amido g 0.73
Ceneri g 3.15
Minerali
Calcio mg 267
Sodio mg 3
Fosforo mg 470
Potassio mg 712
Ferro mg 3.83
Magnesio mg 281
Zinco mg 3.3
Rame mg 1.11
Manganese mg 2.314
Selenio mcg 2.3
Vitamine
Retinolo (Vit. A) mcg 0
Vitamina A, IU IU 1
Vitamina A, RAE mcg_RAE 0
Tiamina (Vit. B1) mg 0.084
Riboflavina (Vit. B2) mg 0.967
Niacina (Vit. B3) mg 3.553
Acido Pantotenico (Vit. B5) mg 0.322
Piridossina (Vit. B6) mg 0.127
Acido folico (Vit. B9 o M o Folacina) mcg 0
Folato alimentare mcg 53
Folato, DFE mcg_DFE 53
Folati, totali mcg 53
Cobalamina (Vit. B12) mcg 0
Vitamina B-12, aggiunta mcg 0
Acido ascorbico (Vit. C) mg 0
Vitamina D (D2+D3) mcg 0
Colecalcifenolo (Vit. D) IU 0
Alpha-tocoferolo (Vit. E) mg 23.8
Vitamina E, aggiunta mg 0
Fillochinone (Vit. K) mcg 0
Colina totale (Vit. J) mg 52.1
Carotene, beta mcg 1
Carotene, alfa mcg 0
Criptoxantina, beta mcg 0
Licopene mcg 0
Luteina + zeaxantina mcg 1
Tocoferolo beta mg 0.38
Tocoferolo gamma mg 0.68
Tocoferolo delta mg 0.12
Zuccheri
Destrosio g 0.02
Fruttosio g 0.01
Galattosio g 0
Lattosio g 0
Maltosio g 0.14
Saccarosio g 4.76
Lipidi
Acidi grassi, monoinsaturi g 32.383
Acidi grassi, polinsaturi g 12.995
Acidi grassi, saturi g 4.03
Acidi grassi, trans g 0.01
Beta-sistosterolo mg 118
Campesterolo mg 4
Colesterolo mg 0
Fitosteroli mg 127
Stigmasterolo mg 4
Grassi saturi
4:0 g 0
6:0 g 0
8:0 g 0
10:0 g 0
12:0 g 0
13:0 g 0
14:0 g 0
15:0 g 0
16:0 g 3.313
17:0 g 0.011
18:0 g 0.707
20:0 g 0
22:0 g 0
24:0 g 0
Grassi monoinsaturi
14:1 g 0
15:1 g 0
16:1 indifferenziato g 0.252
17:1 g 0.057
18:1 indifferenziato g 32.074
20:1 g 0
22:1 indifferenziato g 0
24:1 c g 0
Grassi polinsaturi
18:2 indifferenziato g 12.986
18:3 indifferenziato g 0.009
18:4 g 0
20:2 n-6 c,c g 0
20:3 indifferenziato g 0
20:4 indifferenziato g 0
20:5 n-3 g 0
22:5 n-3 g 0
22:6 n-3 g 0
Aminoacidi
Acido aspartico g 2.708
Acido glutammico g 5.124
Alanina g 0.991
Arginina g 2.444
Cistina g 0.279
Fenilalanina g 1.137
Glicina g 1.455
Isoleucina g 0.685
Istidina g 0.587
Leucina g 1.456
Lisina g 0.595
Metionina g 0.187
Prolina g 0.96
Serina g 0.996
Tirosina g 0.525
Treonina g 0.672
Triptofano g 0.19
Valina g 0.792
 
Buona Navigazione
Alberto Cataldi