Senape

La senape è uan delle spezie più antiche utilizzate dell’uono, è stata trovata in antiche imbarcazioni in Giappone ed in abitazioni tipo palafitta in Svizzera, in appositi vasi.
La pianta della senape appartiene alla famiglia delle Crocifere ed è originaria dell’Asia.
In Europa è conosciuta sin dal tempo degli antichi romani che la utilizzavano soprattutto per
la conservazione di frutta e verdura.
Ne esistono tre specie:
  1. Senape nera (Brassica nigra) è la specie più antica risalendo all’età del bronzo, ne sono state trovate tracce in Svizzera.
  2. Senape bianca o gialla (Brassica alba) è una specie tipica del mediterraneo, ha semi molto grandi ed è particolarmente diffusa in Europa e nel Nord America.
  3. Senape bruna o senape cinese (Brassica juncea) originaria del Nordafrica, dell’India e dell’Asia centrale.
 
Solitamente per preparare  la salsa di senape si usano abitualmente le farine ottenute dalla macinazione dei semi di senape nera e gialla ai quali vengono poi aggiunti altri ingredienti come l’aceto e spezie varie.

I semi di senape sono fonte di vitamine (tra cui B1, B2, B3, la vitamina C) e minerali (tra cui magnesio, potassio, calcio e fosforo).
Dunque la senape è una ricca fonte di proprietà, vediamo l’aspetto nutrizionale: glucosinolati;sinigrina; sinalbina; vitamine A, B1, B2, B3, C, K, PP, J ed E; sali minerali (magnesio, fosforo, zinco, rame, calcio, selenio e potassio); fibre; aminoacidi (acido aspartico, acido glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano, valina e treonina); zuccheri (destrosio e saccarosio); omega 3.

Vediamo gli effetti benefici:

- Stimola la crescita dei capelli. L’olio di senape è noto per le sue capacità di stimolare la crescita dei capelli grazie alla presenza della vitamina A.
In India le donne applicano questo olio direttamente sul cuoio capelluto e lo lasciano riposare per almeno 8 ore. Aiuta inoltre a irrobustire e rendere il capello più luminoso.

- Aiuta a combattere le infezioni alla gola. Per ottenere un sostanza medicamentosa vi basterà mescolare la salsa di senape con il succo di mezzo limone, un cucchiaino di sale e uno di stevia. 
Poi versate il composto in una mezza tazza di acqua precedentemente bollita e lasciate raffreddare per 10 minuti. Procedete poi con i gargarismi.

- Aiuta a perdere peso. riesce a far aumentare il metabolismo fino al 25% consumandone solo un cucchiaino al giorno.

Oppure, abbinatela a secondi piatti, come carne o pesce alla griglia, poiché è sul metabolismo dei grassi che agisce meglio, ossia, ne riduce l’assimilazione.

- Rafforza il sistema immunitario. La senape contiene un gran numero di minerali come ferro, manganese, rame e contribuisce a migliorare la resistenza del corpo alle malattie.

- Facilita la digestione ed è un ottimo purgante. Per ottenere un buon purgante naturale dovrete sciogliere in un bicchiere d’acqua circa 15 grammi di semi macinati. Da consumare tre volte al giorno.

- Combatte le infezioni della pelle. I semi di senape aiutano a ridurre le infezioni della pelle grazie alla presenza del zolfo.
Lo zolfo infatti conferisce ai semi proprietà anti batteriche e anti fungine che aiutano a combattere le malattie della pelle più comuni.

- Protegge dal cancro gastrointestinale. Grazie alla presenza dei fitonutrienti (sostanze che svolgono azioni antiossidanti e antinfiammatorie nel nostro organismo), i semi di senape aiutano a prevenire e rallentare la progressione dei tumori del tratto gastrointestinale.

- Abbassa il colesterolo. La senape contiene alti livelli di niacina (nelle foglie)
che aiuta ad abbassare il colesterolo, proteggendo le arterie dall’aterosclerosi.

- Rimedio per l’acne. Con la senape potete preparare una maschera anti brufoli. Aggiungete alla senape dell’aceto balsamico e applicate il composto ottenuto delicatamente sulla pelle. Lasciate in posa per almeno 10 minuti.
- antireumatico: impacchi e cataplasmi con i semi di senape caldi, sono un ottimo rimedio per contrastare i dolori dei reumatismi. Stimolando la circolazione sanguigna, le tossine superficiali vengono espulse in breve tempo.
- per aritmie cardiache: l’olio di semi di semi stabilizza le aritmie cardiache, protegge il cuore,
grazie alla presenza di omega 3 

- Elimina i cattivi odori I semi di senape essiccati possono essere impiegati per togliere i cattivi odori dalle stoviglie oppure utilizzati come deodorante per le mani dopo aver maneggiato sostanze maleodoranti come il pesce. 

Senape: controindicazioni ed effetti collaterali

In soggetti sensibili, la senape può provocare reazioni allergiche.
L’olio di senape può causare irritazioni, comparsa di vesciche e lesioni cutanee.
E’ sconsigliata inoltre l’assunzione a chi soffre di coliti, gastriti o duodeniti ed ulcere gastrointestinali o malattie infiammatorie croniche intestinali, alle donne incinta o durante l’allattamento.

Buona navigazione 
Alberto Cataldi