Smagliature

Questi brutti inestetismi... 

LE SMAGLIATURE.

Sono striature che compaiono sulla cute di colore rosee o madreperlaceo, larghe da qualche millimetro ed a volte di più e lunghe diversi centimetri. Compaiono tipicamente sulle coscie e sui fianchi, sull'addome e sulle mammelle. Sono veri e propri strappi della cute, insorgono in particolari momenti della vita femminile: adolescenza, gravidanza o in concomitanza con una rapida variazione di peso corporeo (diete).

fattori che favoriscono la loro insorgenza sono essenzialmente due:

1. di ordine meccanico - la cute si lacera perché sottoposta ad un'eccessiva ed inusuale tensione, come accade in gravidanza.

2. di tipo endocrino - alcune modificazioni ormonali in parte ancora poco note portano ad una alterata elasticità della pelle, come avviene a causa degli estro-progestinici in corso di una gravidanza o in fase di sviluppo.

Perché si formano?... Le smagliature si formano poiché vi è una rapida distruzione dell'elastina ed il ricambio cutaneo non segue le variazioni del sottocutaneo adeguatamente. Tutto ciò si esprime ad un alterata produzione di collageno ed un alterazione delle fibre elastiniche. La microscopia ci insegna che le fibre connettive appaiono indurite e stirate e quelle di elastina rade, spezzate ed assottigliate.

Cosa fare? Una volta comparse le smagliature risultano indelebili; non le si può cancellare, semmai attenuare. Ecco perché è importantissimo riuscire a prevenirle, specialmente nei periodi a rischio in cui è più probabile che facciano la loro comparsa (gravidanza, cure dimagranti!).

Un trattamento preventivo deve mirare su alcune cure di tipo cosmetico fondamentali:

- idratare la cute

- ammorbidire la cute e nutrirla

- elasticizzarla e stimolare i fibroblasti.

Lo scopo è apportare le sostanze di cui è carente la cute: elastina, collagene e stimolando i fibroblasti.

Le sostanze utili note:

a. mucillagini: estratte dalla malva e dalle alghe, la lecitina ed altri derivati della soia, i glicosamminoglicani, il collagene - azione idratante.

b. gli estratti di avena e gli oli pregiati: come quello di germe di grano, di mandorle, di oliva, di crusca di riso, di jojoba, il karitè, la vitamina E - effetti emollienti e nutritivi

c. altre: ginseng, equiseto, edera, echinacea, luppolo, gingko, elastina, collagene e sali minerali come il silicio. - elasticizzare e stimolare l'attività fibroblastica.

Come applicare i prodotti antismagliature? La loro applicazione deve essere effettuata con un massaggio delicato e superficiale:  dal basso verso l'alto sulle cosce, con movimento circolare sull'addome e glutei e dalla base delle mammelle verso i capezzoli. I prodotti devono essere usati quotidianamente meglio se dopo il bagno o la doccia.

Alcune Norme igenico-alimentari

a. Evitare i comuni saponi e bagnoschiuma, che impoveriscono troppo la cute. meglio un ilio da bagno, un prodotto ammorbidente a base di cereali o un non sapone arricchito da sostanze emollienti.

b. Una volta alla settimana è utile eseguire un Gommage completo con prodotti esfolianti a base di microgranuli e/o di sostanze disincrostanti da passare con movimenti rotatori sulla pelle di tutto il corpo. in tal modo da eliminare le cellule morte e si facilità l'afflusso di sangue e ossigeno ai tessuti. Utile un guanto di crine durante la doccia da passare con movimenti rotatori.

c. L'alimentazione è importante: si raccomanda il consumo di vitamina C indispensabile alla sintesi del collagene) ma state attente al fruttosio che invecchia precocemente i tessuti connettivi e le facilita. Inoltre entro 30-40 gr al fiorno pare non faccia tanti danni (leggete anche allerta fruttosio). Per carenze di vitamina C si può ricorre ad integratori quale la rosa canina e di acerola oppure al buon Cavolo.


Occorre nutrire la "pelle" per prevenire i segni precoci dell'invecchiamento.

State attenti agli UV ed all'eccessiva esposizione solare, come in tutte le cose un pò fa bene troppo è dannoso. Questi facilitano l'invecchiamento cutaneo.

------------------------------------------------------------------------------------------------

Cosa dire adesso per l'alimentazione?
- Sicuramente seguire gli alimenti più idonei per   il vostro imprinting immunitario.
- Ridurre l'assunzione di acqua e preferire quella a basso residuo fisso a 180° almeno < 150 mg/L
- Evitare assolutamente gomme da masticare o caramelle anche se  "senza zucchero"!
- Ridurre al minimo i dolcificanti e gli zuccheri e dolci cremosi o similari,... almeno non mangiarli la sera ed al pomeriggio!
- Prediligere vegetali, verdure e verdurine, ortaggi, legumi in base al vostro imprinting immunitario.
- Evitare la frutta, al massimo d'estate se fa caldo, non la sera!
- Non mangiare cereali o farinacei la sera!
- State attenti al fruttosio!
- Bevete poco durante i pasti e masticate bene!

Seguite i consigli per stabilizzate la malattia e mangiate gli alimenti adeguati al vostro imprinting!

Ricordate che gli alimenti sono da adattare caso per caso e dunque sentite il pare di medici che sono coscienti come tali!

Buona Navigazione,...


Dr. Alberto Cataldi